Il Deficit cognitivo e i disturbi della memoria insorgono come diretta conseguenza dell’invecchiamento cerebrale, di numerose patologie cerebrali, fra cui le principali per rilevanza clinica sono il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla, la malattia di Alzheimer e le altre demenze corticali e sottocorticali o di trattamenti tossici.

Axor®NGF è un prodotto a base di Cognivia™ e Hericium utile per stimolare e incrementare le funzioni cognitive, e in particolare la memoria.

Cognivia™ è un complesso brevettato di frazioni polisaccaridiche e monoterpenoidi estratte da due tipi di Salvia complessate e micronizzate che ha dimostrato di contribuire al miglioramento dell’efficienza cognitiva e in particolare della memoria a breve e a lungo termine.

Hericium è un fungo commestibile i cui polisaccaridi hanno evidenziato capacità neurotrofiche e neuroprotettive.

Schema d’assunzione consigliato
1 capsula al giorno

Evidenze scientifiche

.2020 Giugno 15;12(6):1777.  doi: 10.3390/nu12061777.

L’integrazione di un mix di Salvia Officinalis e Salvia Lavandulaefolia (Cognivia™) migliora l’apprendimento nei topi adulti sani (C57Bl/6J) testati nel labirinto d’acqua Morris (MWM Morris Water-Maze).

Anne-Laure Dinel 1 2, Céline Lucas 2, Damien Guillemet 3, Sophie Layé 1, Véronique Pallet 1, Corinne Joffre 1

Estratto

Contesto: Due diverse specie di salvia, Salvia officinalis e Salvia Lavandulaefolia (Cognivia™), hanno dimostrato un miglioramento della funzione cognitiva durante gli studi preclinici e clinici o in soggetti sani con una singola somministrazione.

Obiettivo: Il nostro obiettivo è quello di esplorare il potenziale di queste due particolari specie Salvia, le loro proprietà se somministrate in soggetti sani e durante una somministrazione prolungata, gli effetti sulla memoria e i loro specifici meccanismi d’azione.

Progetto: In questo studio sui topi sono state prese in esame quattro sostanze: l’estratto acquoso di Salvia officinalis, l’olio essenziale incapsulato di Salvia Lavandulifolia e un mix di entrambi (Cognivia™) e sono somministrati per 2 settimane. Sono state valutate le funzioni cognitive attraverso i modelli Y-maze e Morris Water-Maze. L’effetto sulla perossidazione lipidica, sullo stress ossidativo, sulla neurogenesi, sull’attività neuronale, sulle neurotrofine, sui recettori delle neurotrofine, sui recettori per CaM chinasi II e i recettori per glucocorticoidi è stato valutato tramite la raccolta dei tessuti post-intervento.

Risultati: Tutti i gruppi di Salvia hanno avuto un effetto significativo sui marcatori Y-maze il primo giorno di somministrazione. Solo il mix delle due specie di Salvia (Cognivia™) ha dimostrato miglioramenti significativi nei marcatori Morris Water-Maze al termine della somministrazione. É interessante notare anche l’incremento della proteina CaM chinasi II.

Conclusione: Sono state confermate le proprietà delle singole specie di Salvia anche dopo una singola somministrazione; risulta maggiormente efficace il mix dei due diversi tipi di Salvia (Cognivia™) sulla memoria e sulle funzioni cognitive anche in soggetti sani.

Int J Mol Sci. 2016 Nov 1;17(11):1810. doi: 10.3390/ijms17111810.

Le proprietà neuroprotettive dell’Hericium erinaceus nelle Cellule PC12 differenziate e danneggiate da Glutammato in un modello Murino della Malattia di Alzheimer

Junrong Zhang 1, Shengshu An 2, Wenji Hu 3, Meiyu Teng 4, Xue Wang 5, Yidi Qu 6, Yang Liu 7, Ye Yuan 8, Di Wang 9

Estratto: Hericium erinaceus, un fungo commestibile e dall’uso medicinale, possiede diverse proprietà farmacologiche per la prevenzione della demenza in condizioni quali il morbo di Parkinson e la malattia di Alzheimer. Il presente studio ha esaminato gli effetti neuroprotettivi dell’estratto acquoso arricchito di polisaccaridi ottenuti dall’Hericium erinaceus (HE) su un modello di apoptosi cellulare differenziata PC12 (DPC12) indotto da acido l-glutammico (l-Glu) e un modello murino di Alzheimer indotto da AlCl₃. I dati hanno rivelato che HE ha indotto con successo la differenziazione delle cellule PC12. Un’incubazione dell’HE di 3 ore a dosi di 50 e 100 g/mL prima di 25 mM di l-Glu ha effettivamente invertito la riduzione della vitalità cellulare e il miglioramento del tasso di apoptosi nucleare nelle cellule DPC12. Rispetto alle cellule danneggiate da l-Glu, nelle cellule PC12, HE ha soppresso l’accumulo intracellulare di specie reattive dell’ossigeno, bloccato il sovraccarico di Ca2+ ed impedito la depolarizzazione del potenziale di membrana mitocondriale (MMP). Nel modello Murino della malattia di Alzheimer, la somministrazione di Hericium erinaceus (HE) ha migliorato i movimenti orizzontali e verticali nel test di attività autonomica, migliorato il tempo di resistenza nel Rotarod test e diminuito il tempo di latenza di fuga nel test Morris Water-Maze (labirinto d’acqua Morris). Inoltre, ha anche migliorato la funzione centrale del sistema colinergico nei topi affetti da malattia di Alzheimer, dimostrato dal fatto che vi era un effetto dose-dipendente nell’aumento delle concentrazioni di acetilcolina (Ach) e colina acetiltransferasi (ChAT) sia nel siero che nell’ipotalamo. Le nostre scoperte forniscono prove sperimentali che l’Hericium erinaceus può essere utilizzato con successo come neuroprotettivo per il trattamento o la prevenzione di malattie neurodegenerative.

Fonti

Consulta la bibliografia internazionale

Chronic Supplementation with a Mix of Salvia officinalis and Salvia lavandulaefolia Improves Morris Water Maze Learning in Normal Adult C57Bl/6J Mice

Scarica PDF

The Neuroprotective Properties of Hericium erinaceus in Glutamate-Damaged Differentiated PC12 Cells and an Alzheimer’s Disease Mouse Model

Scarica PDF

The Neuroprotective Effect of Hericium erinaceus Extracts in Mouse Hippocampus after Pilocarpine-Induced Status Epilepticus

Scarica PDF